Ciò che non mi distrugge
mi rende più forte.
Bisogna avere in sé il caos
per partorire una stella che danzi
Nietzsche

Nel delicato percorso della vita, può capitare a chiunque di incontrare degli ostacoli che ne rendono difficile il cammino. Per risolvere tali difficoltà si può provare a far ricorso alle proprie risorse interiori, ma in alcune fasi della vita può accadere che le strategie usate in precedenza possano rivelarsi inadeguate perché possono essere cambiate le circostanze, i valori, le convinzioni, o perché richiedono un costo eccessivamente elevato o semplicemente perché non ci soddisfano più.

A volte può accadere di imbatterci in situazioni che tendono a farci perdere di vista le cose per noi realmente importanti, trascinandoci fuori da noi stessi, catturandoci in un vortice di pensieri, emozioni e situazioni che possono farci cadere facilmente in uno stato cronico di tensione e di ansia.

Talvolta riusciamo ad affrontare questi momenti di crisi grazie all’aiuto di familiari, amici, sacerdoti, medici di famiglia, personal trainer, maestri di yoga… ma non sempre il supporto da essi fornito può essere sufficiente, perché magari il problema dura da troppo tempo, oppure è di difficile comprensione per la gente comune. Alcuni disagi psicologici, infatti, non possono essere risolti trovando semplicemente un po’ di comprensione e di conforto negli altri.

Rivolgersi ad uno psicoterapeuta è senza dubbio una decisione difficile da prendere e allora può capitare di rimandare la decisione per mesi, anni, nell’errata convinzione di poter riuscire da soli a superare l’empasse, finendo per sottovalutare e perfino accrescere la sofferenza psicologica.

A volte si hanno resistenze a richiedere questo tipo di aiuto per il timore di essere giudicati “matti”. Ma chi si rivolge ad uno psicologo dimostra in realtà grande coraggio e maturità.