Disturbo Depressivo

La depressione è un disturbo diffuso tra la popolazione generale e quindi molto ben conosciuto.
Sembra, infatti, che ne soffra dal 10% al 15% della popolazione, con una frequenza maggiore tra le donne.

Nel corso di tale disturbo il soggetto riporta un cambiamento rispetto al precedente periodo di funzionamento che si ripercuote in ambito sociale, lavorativo. I sintomi più frequenti sono: umore depresso per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno, diminuzione di interesse per le attività, alterazioni del sonno e dell’appetito, mancanza di energia, sensi di colpa eccessivi, scarsa capacità di concentrazione, pensieri di morte. Non è necessario presentare tutti questi sintomi per ricevere una diagnosi di depressione maggiore. Solitamente i sintomi sono più intensi al mattino e migliorano nel corso della giornata, ma vi sono delle eccezioni.La depressione può manifestarsi con diversi livelli di gravità. Alcune persone presentano sintomi depressivi di bassa intensità, mentre altre sperimentano livelli di depressione così intensi da non riuscire a svolgere le normali attività quotidiane. Le forme gravi sono caratterizzate da un numero più elevato di sintomi, una maggiore intensità e durata nel tempo della sintomatologia ed una maggiore compromissione delle attività quotidiane. Spesso la depressione insorge in seguito ad un grave evento stressante, come la morte di una persona cara, la perdita del lavoro, il divorzio, ecc. Solitamente le persone depresse sono convinte che gli altri non comprendono la loro angoscia, il senso di vuoto, di perdita di speranza nel futuro e nelle altre persone.

A tutti può capitare in seguito a certi eventi, o in determinati periodi di essere un po’ tristi, ma ciò non significa necessariamente di soffrire di un disturbo depressivo. La depressione necessita di un intervento clinico quando i suoi sintomi sono molto intensi, provocano una forte sofferenza e durano da molto tempo (più di 6 mesi). Inoltre, sono presenti autocritica, sensi di colpa, disperazione, mancanza di speranza verso il futuro, pessimismo eccessivo e pensieri di morte. La depressione vera e propria rappresenta, quindi, qualcosa di molto più intenso e duraturo rispetto al semplice sentirsi un po’giù di morale.