E’ caratterizzata da una paura persistente, irragionevole o sproporzionata provocata dall’esposizione ad un oggetto o ad una situazione temuti, che spesso porta il soggetto ad evitare tali stimoli (es. fobia degli insetti, del sangue, dei temporali, ecc.). Ciò che distingue la fobia specifica dalle normali paure diffuse tra la popolazione è il grado di sofferenza conseguente all’esposizione agli stimoli temuti e dai comportamenti di evitamento che causano notevole disagio e la consapevolezza dell’irragionevolezza della paura che non si è in grado di controllare.